Il Progetto

“ORIENTIAMOCI, per un percorso formativo unitario tra arte, scienza e conoscenza”

Il progetto “ORIENTIAMOCI”, è stato presentato nell’ambito di un bando MIUR  D.G. per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di istruzione per la realizzazione di Azioni innovative per la definizione degli obiettivi di miglioramento della scuola individuati attraverso il Rapporto di autovalutazione e la successiva elaborazione ed attuazione degli interventi di miglioramento, attraverso la collaborazione con Università, enti di ricerca, associazioni professionali e culturali, in modo da individuare, pianificare e/o rendere realizzabili ed esportabili modelli e strategie operative di Piani di Miglioramento elaborati in esito al processo di Autovalutazione.

Il progetto presentato dalle scuole in rete è volto al perseguimento di obiettivi formativi predisposti dagli Uffici scolastici regionali. A livello indicativo si propongono come obiettivi:

  • Promozione dei processi di autovalutazione e miglioramento come azioni condivise e partecipate;
  • Coerenza dell’azione progettuale in relazione al Rapporto di autovalutazione e al Piano di Miglioramento, in particolare alle priorità e ai traguardi individuati nel Rapporto di autovalutazione;
  • Presenza nel progetto di indicatori concernenti il monitoraggio e la valutazione delle azioni di miglioramento;
  • Impegno formale a documentare gli esiti ed a rendere fruibili i materiali di ricerca e le metodologie realizzate, che rimarranno di proprietà dell’Amministrazione.

Il progetto “ORIENTIAMOCI”, parte dalla centralità della persona nella realizzazione della sua cittadinanza attiva, promuovendo azioni che consentano agli alunni non solo la gestione e la pianificazione dei loro percorsi di apprendimento in sintonia con i loro obiettivi, le competenze e gli interessi in ambito educativo, formativo e del lavoro, ma anche il successo formativo sia per quanto riguarda i risultati scolastici immediati che per quelli a distanza.
Con la realizzazione del seguente progetto si prevede di costruire un percorso educativo e formativo per promuovere e potenziare negli alunni la capacità di autoconoscenza e autovalutazione, atte a favorire una migliore riuscita scolastica e la competenza critica di scelta.
Il percorso inizierà con gli alunni della scuola primaria e proseguirà con quelli della scuola secondaria di primo grado coinvolti nella scelta della scuola superiore e con quelli della scuola secondaria di secondo grado interessati all’orientamento universitario.

Al fine di promuovere i processi di autovalutazione e miglioramento inseriti nei PdM delle scuole della rete, vengono proposte una serie di azioni condivise e partecipate, quali:

  • predisposizione e somministrazione di un questionario sui propri interessi a inizio percorso e a fine percorso con analisi di eventuali cambiamenti,
  • attivazione di laboratori finalizzati alla lettura di testi espositivi di tipo giornalistico, narrativo e storico, analisi testuale dei brani e discussione delle problematiche esposte,
  • allenamento alla capacità di ascolto,- allenamento emotivo con l’uso di giochi sull’ABC delle emozioni,
  • sviluppo del pensiero computazionale e del coding,
  • partecipazione a laboratori di arte,
  • visione di film e discussione (Billy Elliot ecc),
  • visita dei principali siti archeologici presenti sul territorio,
  • giornate di studio presso le scuole di grado superiore,
  • attuazione presso la scuola di moduli didattici caratterizzanti le scuole superiori di II grado,
  • incontri e seminari con ex alunni della scuola che frequentano varie scuole secondarie di II grado e con professionisti di vari settori presenti sul territorio,
  • incontri con operatori del settore (centri del lavoro) che forniscano informazioni agli allievi e ai genitori,
  • incontri con genitori di alunni ed ex alunni professionisti e titolari di attività presenti sul territorio.

I genitori potranno partecipare attivamente al percorso di scelta attivato dal figlio, alcuni di loro potranno prendere parte alle conferenze organizzate nella scuola, riportando la propria esperienza lavorativa e scolastica.
Il percorso prevede anche incontri tra gli insegnanti della scuola che precede e quelli delle scuole che seguono allo scopo di evidenziare le principali difficoltà che gli alunni incontrano nel passaggio tra scuole di grado diverso e di individuare argomenti da trattare con gruppi di alunni delle classi terze presentati sia dai docenti delle diverse scuole.